Bando di Gara Realizzazione Impianto Illuminazione Z.I. Galatina

CONSORZIO ASI DELLA PROVINCIA DI LECCE

In esecuzione della Delibera n. 166 del 26 settembre 2014

Estratto bando di gara CIG 5391106169 CUP E23F12000010002

Il Consorzio A.S.I. della Provincia di Lecce Z.I. Centro Direzionale, 73100 Lecce tel. 0832240995 fax 240982 Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ; indice gara a procedura aperta mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa per l’appalto dei lavori per la realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione dell’agglomerato industriale di Galatina/Soleto. Importo compl.vo appalto: E. 2.499.583,01. Durata lavori: 240 gg. Ricezione offerte: 06/11/2014 ore 12. Apertura offerte: ore 10 del 10/11/2014.

Il Responsabile del Procedimento

Ing. Leonardo Dimitri

 

 

BANDO DI GARA e ALLEGATI DI SEGUITO SCARICABILI:

Scarica : Bando di Gara

Scarica : Disciplinare di Gara

Scarica : Allegato A/1

Scarica : Allegato A/2

 

Il Progetto completo e' disponibile su CD-ROM  in formato PDF presso:

la sede del Consorzio ASI di Lecce

I giorni  per il ritiro sono il Martedi' e il Giovedi' dalle ore 10 alle ore 12 al costo di € 50 ,00 IVA compresa (somma che potra' essere pagata direttamente presso la sede consortile nei giorni stabiliti dall Bando di Gara, contestualmente verra' rilasciata fattura)

Non si effettua servizio di consulenza, ogni quesito che non trovi risposta nella documentazione disponibile, Bando Di Gara - Disciplinare e Allegati, dovra' essere inviato mediante PEC o posta tradizionale a :

Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

oppure

Consorzio ASI di Lecce
Via M. Chiatante
73100 Lecce


Sono stati fissati i giorni per la presa visone dei luoghi, il giorno 16.10.2014, il giorno 23.10.2014, il giorno 30.10.2014

Si prendera' visione dei luoghi con il Capo Servizio Tecnico dell'Ente e le ditte richiedenti percio' si invita a comunicare la presenza degli interessati tempestivamente a questi uffici mediante PEC, gli incontri sono fissati per le ore 09.00 presso la sede del Consorzio ASI di Lecce -Via M. Chiatante - Lecce.

Per il rilasco delle attestazioni chiedere el Geom. Cristian Rizzo

 

--------VERBALI di Seduta Pubblica--------

 

5^ Seduta Pubblica

VERBALE 13 Aprile 2015 

Scarica : VERBALE n.5

4^ Seduta Pubblica

VERBALE 13 Aprile 2015 

Scarica : Verbale n.4

3^ Seduta Pubblica

VERBALE 13 Aprile 2015 

Scarica : Verbale n.3

2^ Seduta Pubblica

VERBALE 13 Aprile 2015 

Scarica : Verbale n.2

1^ Seduta Pubblica

VERBALE 13 Aprile 2015 

Scarica : Verbale n.1

 

--------MACRO AREA COMUNICAZIONI--------

 

7° COMUNICAZIONE  01.04.2015

La presente per informarVi che, in merito alla procedura in oggetto,  che a causa della sopravvenuta indosponibilita' del presidente dell Commissione, la data della seduta pubblica 
fissata per il giorno 02.04.2015 alle ore 16.00 e' rinviata a data da destinarsi.
La nuova data sara' comunicata a mezzo PEC e Telefax alle parti nei prossimi giorni.
 

6° COMUNICAZIONE  30.03.2015

La presente per informarVi che, in merito alla procedura in oggetto,  la data della seduta pubblica per l’apertura della Busta B contenente l'Offerta Economica
è fissata per il giorno02.04.2015 alle ore 16.00.

5° COMUNICAZIONE  01.12.2014

La presente per informarVi che, in merito alla procedura in oggetto,  la data della 3^ seduta pubblica per l’apertura delle buste contenenti la documentazione amministrativa 
è fissata per il giorno 03/12/2014 alle ore 15:30.

4° COMUNICAZIONE  25.11.2014

La presente per informarVi che, in merito alla procedura in oggetto,  la data della 2^ seduta pubblica per l’apertura delle buste contenenti la documentazione amministrativa 
è fissata per il giorno 28/11/2014 alle ore 15:30.


3° COMUNICAZIONE  07.11.2014

Si informano le ditte partecipanti alla gara in oggetto che la 1^ Seduta Pubblica per l'apertura della documentazione amministrativa sarà comunicata mediante sito internet e email o pec da questo Ente.

 

2° COMUNICAZIONE

Con riferimento al progetto esecutivo (Revisione 15 Settembre 2014 - consegnato in data 19/09/2014) per la realizzazione dell'impianto di pubblica illuminazione dell'agglomerato industriale  di Galatina - Soleto, si chiarisce quanto segue.

I riferimenti a realizzazioni di impianti a energie rinnovabili (fotovoltaici ed eolici) riportati a pag.4 dell' " Allegato I - Fascicolo dell'Opera" sono da considerarsi un refuso relativo alla precedente consegna del progetto (avvenuta in data 30/05/2014) in occasione della quale tali impianti erano parte integrante del progetto per poi essere successivamente stralciati a seguito dell'inserimento, su richiesta della Committenza, di opere stradali e civili.

Si chiede quindi di non tener conto di tali menzioni, e di fare principalmente riferimento all' "Allegato A - Relazione Tecnica Generale e Specialistica" per ogni dettaglio sulle opere da realizzarsi.


1° COMUNICAZIONE


SI COMUNICA CHE LA DATA  DEL 30.10.2014 INDICATA IN QUESTO SITO INTERNET www.asi-lecce.it COME DATA ULTIMA PER LA PRESA VISIONE DEI LUOGI E PER IL RITIRO DEGLI ATTESTATI - RIMANE CONFERMATA.








 

--------MACRO AREA QUESITI--------

 

9) QUESITO 03.11.2014

Impresa Lezzi Salvatore & C. S.r.l.

Ho preso visione del quesito posto dalla ditta “Lezzi Salvatore & C.” S.r.l. e dalla ditta “F.lli Perrota di Perrotta Paolo & Pantaleo” S.n.c. che chiedono se l’ indicazione del mittente sulle tre buste interne e sulla busta esterna, debba contenere solo il nominativo dell'impresa capogruppo oppure delle due aziende formanti l'A.T.I. con specifica di capogruppo e di mandante.

 

In proposito ritengo sufficiente l’indicazione, sulle tre buste interne e su quella esterna, della sola impresa capogruppo con la dicitura “quale mandataria di ATI”.

8) QUESITO 30.10.2014

Impresa De Sarlo Antonio Giovanni


Ho preso visione del quesito posto dall'impresa "De Sarlo Antonio Giovanni” che chiede - in considerazione di quanto specificato nell’allegato “A/2” del “modulo offerta” ove è richiesta la indicazione delle quote di partecipazione ai lavori di chi intenda partecipare in ATI - se, in caso di Associazione Temporanea di Imprese, possano essere indicate unicamente le categorie che ogni componente dell’ATI eseguirà ovvero se sia necessario specificare la quota percentuale di ogni partecipante.

In proposito rilevo che ai fini della partecipazione alla gara è necessario che sia indicata la quota di partecipazione all’Associazione temporanea di Imprese di ciascuno, indipendentemente dalla percentuale dei lavori che ognuno dovrebbe eseguire.

Per ciò che riguarda il subappalto, come previsto dal bando e dal disciplinare, dovrà essere indicata, separatamente, la natura e la percentuale delle opere che si intende subappaltare, nei limiti delle categorie e delle percentuali indicate nel disciplinare e consentite dalla legge.

 


7) QUESITO 30.10.2014

Impresa Franco srl

"Con la presente, si chiede se per la verifica dei requisiti Codesta Stazione Appaltante utilizzerà o meno il sistema AVCPass divenuto obbligatorio dal 1° luglio 2014, in quanto sul sito dell’AVCP il CIG relativo alla gara in oggetto risulta non gestito da tale sistema e dunque non consente di generarlo."



RISPOSTA AL QUESITO


In proposito occorre rilevare che con Comunicato del 22 ottobre 2014 il Presidente dell’Anac ha precisato in  merito alla decorrenza giuridica del sistema AVCPass che “ L’art. 9, comma 15-ter, D.L.  30 dicembre 2013 n° 150, convertito con modifiche dalla Legge 27 febbraio 2014 n° 15, ha ulteriormente prorogato al 1° luglio 2014 il termine di cui all’art. 6 bis, comma 1°, del D.lgv. 12 aprile 2006, n° 163.
Ritenuto che, come descritto nell’art. 2, comma 3, della deliberazione n° 111 del 20 dicembre 2012, la procedura per l’utilizzo del sistema AVCPass ha inizio, dopo la registrazione al sistema SIMOG, con l’acquisizione del CIG da parte della stazione appaltante/ente aggiudicatore e la contestuale indicazione del soggetto abilitato alla verifica dei requisiti, si precisa che la verifica dei requisiti attraverso il sistema AVCPass è da ritenersi obbligatoria per le procedure di affidamento il cui CIG è stato richiesto a partire dal 1° luglio 2014”.

La verifica dei requisiti  attraverso il sistema AVCPass è da ritenersi dunque obbligatoria per le procedure di affidamento il cui CIG è stato richiesto a partire dal 1° luglio 2014: poiché nel caso di specie il Codice Identificativo di Gara è stato richiesto in data 4.3.2014 e, dunque, in data precedente il 1° luglio 2014  non sussiste alcun obbligo di verifica dei requisiti attraverso il sistema AVCPass: questa la ragione per la quale la ditta “Franco” S.r.l. ha rilevato che

 

Il Responsabile del Procedimento
Ing. Leonardo Dimitri


6) QUESITO 30.10.2014

Ditta Marini e Martella

Quesito posto dall'impresa "Marini e Martella" che, premesso di essere in possesso di attestazione SOA OG 10 classifica IV, indicata come prevalente nel bando di gara, ma non anche attestazione SOA per le categorie OS 19 OG3 e OG1, chiede di sapere se può essere ammessa a partecipare alla gara.

RISPOSTA AL QUESITO

Poiché nel bando di gara le opere di cui alle categorie SOA OS19, OG3 e OG1 sono indicate come scorporabili e subappaltabili sono del parere che l'impresa "Marini e Martella" possa partecipare alla gara a condizione di avvalersi delle categorie SOA di altra impresa, ove ne ricorrano i presupposti di cui all'at. 49 D.lgv. 163/2006 ovvero dichiarino che intendono subappaltare dette opere a impresa o imprese in possesso delle rispettive attestazioni SOA per le corrispondenti categorie: in tal caso dovranno dichiarare fin dalla presentazione della domanda che intendono subappaltare le opere in questione secondo quanto previsto dal disciplinare di gara.

Il Responsabile del Procedimento
Ing. Leonardo Dimitri

5) QUESITO 27.10.2014

SIFIS srl
Via Dell'Assiolo 34 ROMA

chiede un differimento del termine di presentazione delle offerte (previsto per il girono 06.11.2014 alle ore 12) relativametne alla procedura di gara in oggett, di almeno 30giorni.

RISPOSTA AL QUESITO

In riferimento alla Vs richiesta di proroga  del 23.10.2014, riguardante i termini di scadenza della gara di cui all'oggetto di n.30giorni. 

Si comunica che tale richiesta non puo' essere accolta, anche e soprattutto in considerazione dei tempi ristretti imposti dalla Regione Puglia per l'espletamento e la chiusura dei lavori di cui al progetto.
 
Tanto si doveva distinti saluti


Il Responsabile del Procedimento
Ing. Leonardo Dimitri

4) QUESITO 21.10.2014


Enel Sole - 90143 Palermo, Via Marchese di Villabianca 121
T +39 0915057512 - F 0239652891
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.


In relazione al bando in oggetto, si osserva quanto segue.

 

Premesso che la parte 1 del Disciplinare di Gara prevede che:

“il sopralluogo presso le aree oggetto dell’ appalto e la presa visione degli elaborati
progettuali deve essere eseguita esclusivamente dalle persone di seguito elencate
munite di apposito documento di riconoscimento:


1. il Titolare dell’Impresa;
2. il Legale rappresentante dell’Impresa munito di apposita documentazione
comprovante la sua figura;
3. il Direttore tecnico dell’Impresa munito di apposita documentazione comprovante la
sua figura.
In caso di raggruppamento temporaneo o di consorzio ordinario, sia costituiti che non
ancora costituiti, il sopralluogo deve essere effettuato a cura del concorrente candidato
come mandatario o capogruppo.”
si chiede di confermare che la presa visione dei luoghi ed il sopralluogo presso le aree
oggetto del presente appalto possano essere effettuati da un procuratore dell’impresa
o da un delegato del legale rappresentante dell’impresa.
In attesa di un vostro cortese sollecito riscontro anche a mezzo fax al n° 02 39652880,
cogliamo l’occasione per porgere distinti saluti.

Francesco Romagnoli


RISPOSTA AL QUESITO

Mi riferisco all’oggetto: ho preso visione del quesito posto da “Enel” S.p.a. che chiede se la presa visione dei luoghi e degli elaborati tecnici e descrittivi del Progetto relativi ai lavori possano essere effettuati anche da un procuratore dell’impresa o da un delegato del legale rappresentante dell’impresa, in quanto nel disciplinare di gara è previsto che a tanto debba provvedere esclusivamente il titolare dell’impresa, il legale rappresentante dell’impresa o il direttore tecnico dell’impresa muniti di apposita documentazione comprovante le rispettive figure.

La richiesta di chiarimenti proviene da società di grandi dimensioni: è noto che in tal caso la struttura aziendale è particolarmente complessa ed articolata, sicché nell’ambito della stessa sono designati più procuratori che seguono o particolari attività o si occupano di zone (“aree”), così come generalmente avviene, ad esempio, per gli Istituti di Credito.

Ritengo, quindi, che anche un procuratore di azienda di grandi dimensioni possa provvedere agli adempimenti in questione: è ovvio che sarà necessario che questi produca copia autentica del verbale del Consiglio di Amministrazione o dell’atto notarile con cui gli è stata conferita la procura dall’organo amministrativo o dal Presidente del Consiglio di Amministrazione o dall’Amministratore delegato.

Quanto fin qui detto assorbe, evidentemente, la seconda ipotesi.

Il Responsabile del Procedimento
Ing. Leonardo Dimitri


3) QUESITO 21.10.2014

 

C.S.C. (Consorzio Stabile Costruttori)
via B.Ravenna n.15 - 73100 LECCE
Tel.0832/310662 - Fax.0832/458664
UFFICIO GARE
Geom. Giampiero Galasso

Si fa riferimento al quesito posto in data 09.10.2014 che si trova in questa pagina "Con riferimento alla gara su indicata, si chiede di far conoscere se nel caso di Consorzio Stabile, il sopralluogo lavori può essere svolto dal legale rappresentante o dal direttore tecnico dell’Impresa consorziata designata in sede di gara dal Consorzio come esecutrice materiale dei lavori, essendo queste figure quelle che poi materialmente affronteranno i lavori e perciò, i più indicati a prendere visione dei luoghi e del progetto ai fini valutativi dell’appalto, così come viene permesso da tutti gli altri Enti Appaltanti."

13.10.2014  Il quesito viene posto quando ciò che viene riportato nel Bando/Disciplinare non è chiaro e/o non ricade nella fattispecie della propria organizzazione aziendale (come nel nostro caso che siamo un Consorzio Stabile e che tale figura non viene contemplata), perciò rispondere al quesito nello stesso modo di quanto riportato nel bando/disciplinare cosa chiarisce?... Nulla! Attendendo notizie, si porgono Distinti Saluti

RISPOSTA AL QUESITO


Ho preso visione del quesito posto da “C.S.C. (Consorzio Stabile Costruttori)”. che chiede se, in caso di Consorzio Stabile, possano prendere visione dello stato dei luoghi  e degli elaborati tecnici e descrittivi del Progetto relativi ai lavori il Legale rappresentante o il direttore tecnico dell’impresa consorziata designata con la domanda di partecipazione quale esecutrice dell’appalto.

Poiché nel disciplinare è prevista la possibilità di partecipazione alla gara dei consorzi di cui all’art. 34 lett. c) D.lgv. 163/2006 ed è altresì specificato che,  in tal caso, deve essere specificato quale o quali siano le imprese consorziate per conto delle quali il Consorzio partecipa al bando di gara, ritengo che sia ovviamente possibile consentire al Legale rappresentante o al Direttore tecnico dell’impresa designata di prendere visione dello stato dei luoghi  e degli elaborati tecnici e descrittivi del Progetto relativi ai lavori.


Il Responsabile del Procedimento
Ing. Leonardo Dimitri



2) QUESITO 14.10.2014

 

OGGETTO: QUESITO IN MERITO ALLA PROCEDURA APERTA CON IL CRITERIO DELL’OFFERTA ECONOMICAMENTE PIU’ VANTAGGIOSA PER L’APPALTO DEI LAVORI PER LA REALIZZAZIONE DELL’IMPIANTO DI PUBBLICA ILLUMINAZIONE DELL’AGGLOMERATO INDUSTRIALE DI GALATINA/SOLETO.


Con riferimento alla gara in oggetto, si evidenzia che l’ importo complessivo dell’appalto indicato a pag. 1 del bando di gara di € 2.499.583,01 non trova corrispondenza nella somma dei singoli importi di cui al punto d., e., f., g.. specificati per categoria, la cui somma risulta essere pari a € 2.477.162,93.

RISPOSTA QUESITO

In riferimento al quesito posto dalla ditta FRANCO srl in data 13.10.2014 prot.n.3723 si informa che per mero errore materiale al Punto 5 lettera G del Bando di Gara è stato indicato nelle Categorie SOA scorporabili/subappaltabili OG1 classifica I, l’importo di € 116.279,65. La cifra corretta risulta essere invece di € 115.279,65 come indicato nel computo metrico estimativo, pertanto la somma delle categorie SOA risulta essere pari a €2.476.162,93 che addizionata ai costi indiretti per la sicurezza non soggetti a ribasso, restituisce l’importo complessivo dell’appalto di € 2.499.583,01 (euro duemilioniquattrocentonovantanovemilacinquecentoottantatre/01)

Se ne da comunicazione sul sito internet www-asi-lecce.it.

 

Tanto si doveva Distinti Saluti.

Il Responsabile del Procedimento
Ing. Leonardo Dimitri

 

________________________________________________________________________________________________________________

1) QUESITO 13.10.2014

C.S.C. (Consorzio Stabile Costruttori)
via B.Ravenna n.15 - 73100 LECCE
Tel.0832/310662 - Fax.0832/458664
UFFICIO GARE
Geom. Giampiero Galasso

Con riferimento alla gara su indicata, si chiede di far conoscere se nel caso di Consorzio Stabile, il sopralluogo lavori può essere svolto dal legale rappresentante o dal direttore tecnico dell’Impresa consorziata designata in sede di gara dal Consorzio come esecutrice materiale dei lavori, essendo queste figure quelle che poi materialmente affronteranno i lavori e perciò, i più indicati a prendere visione dei luoghi e del progetto ai fini valutativi dell’appalto, così come viene permesso da tutti gli altri Enti Appaltanti.

RISPOSTA QUESITO

In risposta al quesito inviato in data 09.10.2014 prot.n.3681 si riporta quanto prescritto nel disciplinare di gara Allegato A - Parte I:

...

Dell’avvenuto sopralluogo presso le aree oggetto di appalto e della presa visione degli elaborati progettuali verrà rilasciata apposita attestazione
dal Responsabile del Procedimento o da un suo delegato esclusivamente alle persone di seguito elencate munite di apposito documento di riconoscimento:

1. il Titolare dell’Impresa;

2. il Legale rappresentante dell’Impresa munito di apposita documentazione comprovante la sua figura;

3. il Direttore tecnico dell’Impresa munito di apposita documentazione comprovante la sua figura;

In caso di raggruppamento temporaneo o di consorzio ordinario, sia costituiti che non ancora costituiti, il sopralluogo deve essere effettuato
a cura del concorrente candidato come mandatario o capogruppo.

Ai concorrenti sarà rilasciata una certificazione che dovrà essere inserita, a pena di esclusione, nella busta A - Documenti Amministrativi.

Il concorrente dovrà comunque dichiarare di avere preso visione dei luoghi dove debbono eseguirsi i lavori"

...

Tanto si doveva Distinti Saluti.

Il Responsabile del Procedimento
Ing. Leonardo Dimitri