BANDO DI GARA concessione aree consortili per l'installazione di Cartelloni Pubblicitari

Consorzio ASI – Lecce

Il Consorzio per l’Area di Sviluppo Industriale – Lecce indice gara a procedura aperta mediante il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa per la concessione d’uso pluriennale a privati di aree consortili per installazione, manutenzione e gestione di impianti pubblicitari definiti “Cartelli pubblicitari”. Il canone annuo a base d’asta è pari ad € €.20.000,00 oltre ad una Royalty, minimo del 15%, quale percentuale annua a favore del Consorzio ASI di Lecce, da calcolare sul fatturato realizzato relativo all’espletamento dell’attività di cui al presente bando.

A questi dovrà aggiungersi l’imposta di pubblicità dovuta ai Comuni di appartenenza dell’area industriale . La concessione avrà durata triennale. Termine ricezione offerte: ore 12 del giorno 28.11.12. Apertura offerte: ore 10,30 del giorno 30.11.12. La documentazione di gara è disponibile c/o il Consorzio ASI di Lecce il martedì e il venerdì dalle 10 alle 13 o sul sito www.asi-lecce.it.

Codice CIG 404129347B

Codice CUP E87H12000110007

Si fa presente che la suddetta procedura, pubblicata sul Bur n. 106 del 19.07.12, viene reindetta in quanto la precedente gara è stata dichiarata deserta

Di seguito la documentazione scaricabile inerente Il Bando di Gara:

Bando di Gara

Capitolato di Gara

AllegatoB

Regolamento di Impiantistica

Tavole Grafiche Zone Industriali Interessate:

Lecce-Surbo

Gallipoli

Galatina-Soleto

Nardo'-Galatone

Maglie-Melpignano

Tricase-Specchia-Miggiano

Il Responsabile del Procedimento

Ing. Leonardo Dimitri


(((ATTENZIONE)))


11.01.2013 sono scaricabili di seguito i verbali di seduta pubblica:

VERBALE DI 3°SEDUTA

VERBALE DI 4°SEDUTA



(((ATTENZIONE)))


04.01.2013 sono scaricabili di seguito i verbali di seduta pubblica:

VERBALE DI 1°SEDUTA

VERBALE DI 2°SEDUTA

 

 

 

(((ATTENZIONE)))

1° CHIARIMENTO BANDO DI GARA – CONSORZIO A.S.I. LECCE


Con riferimento a quanto previsto alle pagg. 6 e 7 del bando di gara per la “Concessione d’uso pluriennale a privati di aree consortili per installazione, manutenzione e gestione di impianti pubblicitari definiti “Cartelli pubblicitari” art. 4 lettera “d”, pubblicato in data 15.11.2012 il cui termine di presentazione della domanda di partecipazione scade il 28.11.2012, e precisamente la clausola relativa al contenuto della Busta documenti inserita al punto 4: “capitolato d’appalto e schema di convenzione sottoscritti in ogni foglio per accettazione (con timbro e firma del legale rappresentante)”, si precisa che la stessa è frutto di un mero refusi materiale, sicché nella Busta documenti non deve essere inserito lo Schema di Convenzione, pertanto la riformulazione del punto 4 è la seguente:
“capitolato d’appalto sottoscritto in ogni foglio per accettazione (con timbro e firma del legale rappresentante)”

 

Il Responsabile del Procedimento

Ing. Leonardo Dimitri


 

(((ATTENZIONE)))

2° CHIARIMENTO BANDO DI GARA – CONSORZIO A.S.I. LECCE

Oggetto: Concessione d’uso pluriennale a privati di aree consortili per installazione, manutenzione e gestione di impianti pubblicitari definiti “Cartelli pubblicitari.

 

La Società “STUDICINQUE OUTDOOR S.r.l.”, con mail pervenuta in data 22/11/2012, :in riferimento alla gara in oggetto, ha formulato i seguenti quesiti:

1) Pag. 5 <> Su quale valore numerico vanno calcolate queste percentuali?

2) Pag. 5 Cauzione …. . Perché cinque anni? La durata della convenzione è di sei anni!

3) Pag. 7 punto 4 …. Qual è lo schema di convenzione di cui si parla?

4) Pag. 7 punto 6 Qual è l’importo da versare?

5) Pag. 7 punto 3, Offerta Economica ….. << Rialzo percentuale sul canone annuo posto a base di gara, in cifre ed in lettere, per ogni lotto di partecipazione ….. >>; Perché per ogni lotto? Il lotto non è unico?

 

Inoltre, con la stessa mail, la Società “STUDICINQUE OUTDOOR S.r.l., ha chiesto i seguenti ulteriori chiarimenti al bando:

a) La concessione ha carattere di esclusiva? In caso affermativo quali sono i criteri di rimozione degli impianti già esistenti? In caso negativo perché viene chiesto una royalty?

b) In relazione alla dimostrazione della capacità tecnica, in presenza di più lavori “autodichiarati” resi a favore di enti pubblici, vanno prodotti anche tutti i certificati di regolare esecuzione?

c) La tipologia e le caratteristiche tecniche dei manufatti indicati nel bando sono vincolanti o possono essere proposte delle varianti?

d) E’ prevista l’installazione di segnaletica tipo “preinsegne”?

 

Seguendo lo stesso ordine dei quesiti, di seguito si espongono i chiarimenti richiesti.

 

1) Il valore numerico sul quale vanno calcolate le percentuali dei requisiti richiesti nel bando, per il mandatario (40%) e per ciascun mandante (10%) è quello complessivo della concessione, cioè il canone annuo posto a base di gara per i sei anni della concessione (€. 120.000,00)

2) La cauzione provvisoria, pari al 2% dell’importo del canone annuo posto a base di gara, relativo ai lotti di partecipazione, deve essere moltiplicato per i sei anni di concessione;

3) Si precisa che lo “Schema di Convenzione”, così come richiesto dal Bando alla pag. 7, non va inserito nella “busta Documenti, in quanto tale richiesta, è frutto di un mero refuso materiale.

4) Non deve essere effettuato alcun versamento. E’ stata la stessa Autorità di Vigilanza a comunicare l’importo di €.0,00.

5) Il lotto è unico.

 

Inoltre, in riferimento ai chiarimenti richiesti a), b), c), d):

a) La concessione ha carattere di esclusiva. Gli impianti esistenti dovranno essere rimossi dai proprietari e se gli stessi non dovessero provvedere, dal Consorzio in danno. (non esistono cartelloni pubblicitari, montati su suolo pubblico, autorizzati da questo Ente);

b) No, in questa fase è sufficiente l’autodichiarazione;

c) Si, possono essere proposte delle varianti;

d) Si, sono possibili.

 

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Ing. Leonardo Dimitri

800x600

Normal 0 14 false false false IT X-NONE X-NONE MicrosoftInternetExplorer4 /* Style Definitions */ table.MsoNormalTable {mso-style-name:"Tabella normale"; mso-tstyle-rowband-size:0; mso-tstyle-colband-size:0; mso-style-noshow:yes; mso-style-priority:99; mso-style-parent:""; mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt; mso-para-margin:0cm; mso-para-margin-bottom:.0001pt; mso-pagination:widow-orphan; font-size:10.0pt; font-family:"Times New Roman","serif";}

(((ATTENZIONE)))

3° CHIARIMENTO BANDO DI GARA – CONSORZIO A.S.I. LECCE

27.11.2012 - Oggetto: Concessione d’uso pluriennale a privati di aree consortili per installazione, manutenzione e gestione di impianti pubblicitari definiti “Cartelli pubblicitari.

 

La Società “AVIP ITALIA S.r.l.”, con mail pervenuta in data 26/11/2012, :in riferimento alla gara in oggetto, ha formulato i seguenti quesiti:

 

1) Nella denominazione della gara, riportata anche nell’oggetto, si fa riferimento all’art, 4 – lett. d del regolamento, ma tale lettera riporta come impianti i Totem, mentre i cartelli sono trattati alla lett. “c”. Si chiede conferma se ci si debba riferire come oggetto dell’appalto a cartelli pubblicitari e quindi alla lett. “c”.

Risposta: Si conferma che ci si deve riferire ai cartelli pubblicitari e quindi alla lett. “c”.

2) In riferimento alla durata dell’appalto, nell’avviso si riporta un periodo di tre anni; a pag. 5 del Bando, alla voce “cauzione”, si riporta un periodo di 5 anni; nei restanti documenti della gara si riporta 6 anni. Si chiede di confermare che la durata dell’appalto sarà di 6 anni.

Risposta: Si conferma che la durata dell’appalto sarà di 6 anni.

3) In relazione alle modalità di redazione dell’offerta, al punto 4, a pag. 7 del Bando, si richiede che venga allegata a pena di esclusione, lo schema di convenzione firmato in ogni pagina; tale documento però non è stato reperito sul sito dell’ASI, come indicato. Si chiede quindi che venga reso disponibile.

Risposta: Come già in precedenza pubblicato sul sito, in merito al quesito posto si precisa lo “Schema di Convenzione”, così come richiesto dal Bando alla pag. 7, non va inserito nella “busta Documenti”, in quanto tale richiesta, è frutto di un mero refuso materiale.

4) In relazione alle modalità di redazione dell’offerta, al punto 6, a pag., 7 del Bando, si richiede di allegare a pena di esclusione, la ricevuta di avvenuto pagamento all’AVCP pari ad € 0,00. Che cosa si intende?

Risposta: Come già in precedenza pubblicato sul sito, non deve essere effettuato alcun versamento. E’ stata la stessa Autorità di Vigilanza a comunicare l’importo di €.0,00.

5) In relazione alle modalità di redazione dell’offerta, si chiede che siano resi disponibili i files dei facsimili allegati A, A bis, e B per poterli meglio compilare

Risposta: non è prevista la pubblicazione doc ma solo in formato Pdf

6) In relazione alle modalità di redazione dell’offerta, a pag. 8 del Bando, Piano Economico Finanziario si fa riferimento a “singoli lotti”. Si chiede conferma che si tratta di un errore e che la gara è da considerare come lotto unico.

Risposta: la gara ha per oggetto un unico lotto.

7) In relazione all’allegato A, al punto h, capacità tecniche a verifica di impianti termici ….. Trattandosi di caratteristica non oggetto dell’appalto, si chiede conferma a sostituire tale dicitura con quanto previsto dal Bando al capitolo “requisiti di partecipazione (pag. 5), al punto 5 e cioè “ ….. di aver espletato negli ultimi 5 anni, relativamente a concessioni ad uso pluriennale di aree pubbliche per l’istallazione, manutenzione e gestione di impianti pubblicitari denominati “cartelli pubblicitari” presso destinatari pubblici o privati, i seguenti analoghi servizi: …..”.

Risposta: La capacità tecnica deve essere relativa all’istallazione manutenzione e gestione di impianti pubblicitari.

8) In relazione agli art. 18 e 19 del Disciplinare si chiedono delucidazioni in merito alla procedura richiesta per le installazioni. In relazione alle norme citate (Decreto del Ministero delle Infrastrutture del 14.09.5005 e s.m.i.) ed il relativo collaudo richiesto si specifica che questa prassi si applica agli edifici e/o a strutture di altra tipologia e che trova difficile l’applicazione ai semplici impianti pubblicitari. In quanto in ottemperanza a tale norma si dovrebbe redigere un progetto comunale, depositarlo, depositare la nomina del Collaudatore, procedere all’esecuzione, collaudarlo e procedere al Collaudo; Tutto questo con un aumento dei costi incompatibile con l’oggetto dell’appalto e che non presenterebbe alcuna redditività, anche secondo quanto da Voi richiesto a pag . 8 del Bando con il Piano Economico Finanziari.

In alternativa a tale procedura è prassi consolidata che per gli impianti pubblicitari venga presentata alla stazione appaltante una relazione di verifica statica per l’impianto tipo, firmata da un tecnico abilitato, che ne dimostri la solidità (anche con disegni, calcoli e riferimenti di legge). A seguito dell’installazione viene fornita una dichiarazione (per ogni impianto o generalmente cumulativa) firmata da un tecnico abilitato, dove si attesta che l’impianto sia stato realizzato/montato a regola d’arte secondo le prescrizioni della relazione di verifica statica. Tale seconda procedura offre le stesse garanzie di verifica di solidità e di manleva della stazione appaltante senza però presentare gli oneri burocratici della prima.

Si chiede conferma di poter ottemperare a quanto prescritto dagli art. 18 e 19 del Disciplinare utilizzando quest’ultima procedura descritta (relazione di verifica statica e dichiarazione di regolare esecuzione).

Risposta: per ottemperare a quanto prescritto dagli artt. 18 e 19 del Disciplinare si può utilizzare una relazione di verifica statica, firmata da un tecnico abilitato, accompagnato da disegni e calcoli, secondo quanto previsto dal D.M. 14.01.2008 “Norme Tecniche per le Costruzioni”, per la tipologia di struttura dell’impianto pubblicitario di riferimento.

Questo Consorzio ritiene di non dover concedere proroghe ai termini di consegna della documentazione di gara in quanto i chiarimenti relativi a gran parte dei quesiti ed in particolare al vs. quesito 2 è stato già oggetto di precedente chiarimento pubblicato sul sito del Consorzio in data 23.11.2012.

Tanto si doveva

 

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO

Ing. Leonardo Dimitri

 

(((ATTENZIONE)))

- BANDO DI GARA – CONSORZIO A.S.I. LECCE

 

04.12.12 "Concessione d’uso pluriennale a privati di aree consortili per installazione, manutenzione e gestione di impianti pubblicitari definiti “Cartelli pubblicitari per ragioni di servizio l'apertura delle buste contenenti le offerte riguardanti la gara in oggetto avverra' il giorno 06.1.2012.

data fissata come da pubblicazioni su burp e giornali : 30.11.2012

Nuovo termine: 06.12.2012